Benvenuto nella Rete Civica del Comune di CURTAROLO (PD) - clicca per andare alla home page
HOME » SERVIZI | Tributi | TASI
ultima modifica: teresa dallavigna  06/12/2019

TASI:

La legge di stabilità 2016 ha definitamente escluso dal pagamento della TASI l'abitazione principale e le relative pertinenze eccezione fatta per le abitazioni principali di pregio inquadrate nella categorie catastali A1, A8 e A9, mentre dal 2019 pur potendo modificare la pressione fiscale rispetto all'anno precedente il Comune di Curtarolo ha mantenuto invariate aliquote e detrazioni.

Nel Comune di Curtarolo il combinato disposto di queste due determinazioni di legge ha comportato anche per l'anno 2019 la disapplicazione della TASI per tutte le tipologie immobiliari con l'eccezione appunto dei fabbricati di lusso adibiti ad abitazione principale e relative pertinenze (A1, A8 e A9) e sui quali si applicheranno le aliquote e le detrazioni approvate con delibera di C.C. n° 9 del 28.02.2019. Per i dettagli vedere il seguente link:  >>> aliquote e detrazioni <<<

 

La TASI non si applica:

  1. alle abitazioni principali con l'esclusione dei fabbricati di pregio inquadrati nelle categorie catastali A1, A8 e A9;

  2. alle pertinenze relative all'abitazione principale;

  3. alle altre unità abitative a disposizione (le cosiddette 2^ case);

  4. a tutti gli altri fabbricati compresi i fabbricati produttivi di categoria D;

  5. ai terreni agricoli e alle aree edificabili;

  6. ai fabbricati rurali ad uso strumentale.

Prestare la massima attenzione ad indicare in modo chiaro il codice catastale del Comune di Curtarolo (D226) nel campo "Codice ente/Codice comune". Un'indicazione errata o non chiara può causare il riversamento dell'importo pagato ad un Ente non competente.

Le date di scadenza sono le seguenti:

  • acconto - entro il 16 giugno 2019;

  • saldo - entro il 16 dicembre 2019;

  • il versamento può essere effettuato in un'unica soluzione entro il 16 giugno 2019. 

Si rammenta che l'Ufficio Tributi, come di consueto, fornirà a chi ne avesse bisogno, negli orari di apertura al pubblico la necessaria consulenza ed assistenza fiscale gratuita.

 

SERVIZI ON LINE:  >>> calcolo IMU/TASI <<< 

N.B.: Le risultanze dei calcoli di cui sopra discernono direttamente dagli elementi forniti dal contribuente e dei quali si assume la piena responsabilità il contribuente stesso.

 

ALTRE INFORMAZIONI DI CARATTERE GENERALE

 

CHE COSA E' LA TASI:

La Tasi è il tributo per i servizi indivisibili introdotto dalla legge di stabilità 2014 e successive modifiche e integrazioni.

 

CHI PAGA:

Il presupposto impositivo della Tasi è il possesso o la detenzione, a qualsiasi titolo, di fabbricati, esclusa l'abitazione principale e relative pertinenze, e di aree edificabili, come definiti ai fini dell'IMU, ad eccezione, in ogni caso, dei terreni agricoli.

Se l'unità immobiliare è occupata da un soggetto diverso dal titolare del diritto reale, quest'ultimo e l'occupante sono titolari di un'autonoma obbligazione tributaria (è il caso ad esempio degli immobili locati o dati in uso gratuito). L'occupante (che nel caso delle locazioni è il conduttore dell'immobile) versa la Tasi nella misura, stabilita dal Comune nel regolamento, compresa fra il 10 e il 30 per cento dell'ammontare complessivo della Tasi. La restante parte è corrisposta dal titolare del diritto reale sull'unità immobiliare (es. il proprietario).

In caso di detenzione temporanea di durata non superiore a sei mesi nel corso dello stesso anno solare, la Tasi è dovuta soltanto dal possessore dei locali e delle aree a titolo di proprietà, usufrutto, uso, abitazione e superficie.

In caso di locazione finanziaria (leasing), la Tasi è dovuta dal locatario a decorrere dalla data della stipulazione e per tutta la durata del contratto, cioè per il periodo intercorrente dalla data della stipulazione alla data di riconsegna del bene al locatore, comprovata dal verbale di consegna.

Nel caso di locali in multiproprietà e di centri commerciali integrati il soggetto che gestisce i servizi comuni è responsabile del versamento della Tasi dovuta per i locali e le aree scoperte di uso comune e per i locali e le aree scoperte in uso esclusivo ai singoli possessori o detentori, fermi restando nei confronti di questi ultimi gli altri obblighi o diritti derivanti dal rapporto tributario riguardante i locali e le aree in uso esclusivo.

 

QUANDO SI PAGA:

Il Comune di Curtarolo ha di fatto disapplicato la Tasi per l'anno 2019 per tutte le categorie immobiliari con l'esclusione dei fabbricati di pregio inquadrati nelle categorie catastali A1, A8 e A9;

Il versamento della prima rata della Tasi è effettuato entro il 16 giugno 2019 sulla base delle deliberazioni concernenti le aliquote e le detrazioni, nonché dei regolamenti della Tasi pubblicati.

 

DOVE E COME SI PAGA:

Il versamento si effettua mediante modello F24 (in posta, banca o per via telematica).

Codici tributo. I codici da utilizzare per il pagamento con modello F24 sono:

  • 3958 per abitazione principale e relative pertinenze
  • 3959 per fabbricati rurali ad uso strumentale
  • 3960 per aree fabbricabili
  • 3961 per altri fabbricati.

In caso di ravvedimento, le sanzioni e gli interessi sono versati unitamente all'imposta.

Codice comune. In tutti i casi deve essere riportato sul modello F24 il codice identificativo del Comune di Curtarolo: D226.

Decimali. La Tasi va versata senza decimali, con arrotondamento all'euro per difetto se la frazione è pari o inferiore a 49 centesimi, per eccesso se superiore (esempio: €. 50,49 si arrotondano a €. 50,00, mentre €.50,50 si arrotondano ad €. 51,00). L'arrotondamento va effettuato per ogni rigo del modello F24.

Importo minimo. L'importo minimo per soggetto passivo è 12 euro annui.

 

QUANTO SI PAGA:

Base imponibile

Per calcolare l'importo da versare è necessario determinare la base imponibile sulla quale applicare l'aliquota. La base imponibile è la stessa dell'IMU e cioè:

FABBRICATI - la base imponibile dei fabbricati iscritti in Catasto, ossia il valore, si ottiene applicando alla rendita catastale rivalutata del 5% i moltiplicatori sotto indicati.

I moltiplicatori da applicare sono:

Categoria catastale dell'immobile

Tipologia

Moltiplicatore IMU

A/1 A/8 A/9

abitazioni

160

A/10

uffici e studi privati

80

B

collegi, scuole, ospedali, etc.

140

C/1

negozi e botteghe

55

C/2 C/6 C/7

magazzini, autorimesse, tettoie 

160

C/3 C/4 C/5

laboratori, palestre e stabilimenti termali senza fini di lucro

140

D (tranne D/5)

alberghi, teatri, etc.

65

D/5

banche e assicurazioni

80

Ad esempio, per un'abitazione di categoria A/8 con rendita di €. 3.750,00, il valore sul quale applicare l'aliquota è di €. 149.520,00 (3.750,00 x 1,05 x 160 = 630.000,00).

AREE FABBRICABILI - si deve considerare il valore venale in comune commercio del terreno alla data dell'1 gennaio 2018. Il Comune di Curtarolo ha deliberato, ai fini dell’accertamento tributario, i valori minimi di riferimento delle aree edificabili. (>>> tabella <<<)

TERRENI AGRICOLI - sono esclusi dalla Tasi.

Il Comune di Curtarolo ha di fatto disapplicato la Tasi per l'anno 2019 per tutte le categorie immobiliari con l'esclusione dei fabbricati di pregio inquadrati nelle categorie catastali A1, A8 e A9; l per le aliquote Tasi vedi dettaglio:  >>> aliquote e detrazioni <<<

 

DICHIARAZIONE TASI:

I soggetti passivi presentano la dichiarazione entro il termine fissato per la IUC al 31/12/2020 riferito al 2019 anno di inizio del possesso o della detenzione dei locali e delle aree assoggettabili al tributo. Nel caso di occupazione in comune di un'unità immobiliare, la dichiarazione può essere presentata anche da uno solo degli occupanti.

Ai fini della dichiarazione relativa alla TASI si applicano le disposizioni concernenti la presentazione della dichiarazione IMU. In sede di prima applicazione del tributo si considerano valide tutte le dichiarazioni presentate ai fini IMU o della previgente ICI.

La dichiarazione ha effetto anche per gli anni successivi, sempre ché non si verifichino modifiche dei dati dichiarati da cui consegua un diverso ammontare del tributo; in tal caso, la dichiarazione va presentata entro il 31 dicembre dell'anno successivo a quello in cui sono intervenute le predette modificazioni.

 

 

 

 

 

Risultato
  • 3
(13151 valutazioni)


cerca nel sito
motore di ricerca
Leggibilità
LeggibilitàVisualizza il testo con caratteri normali  Visualizza il testo con caratteri grandi  Visualizza il testo con contrasto elevato  Visualizza i contenuti senza la presenza della struttura grafica
 
<< dicembre 2019 >>
L M M G V S D
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          
 
SERVIZI
 

Rete Civica del Comune di CURTAROLO (PD),  Via Gorizia 2 - 35010 Curtarolo (PD),
tel: (+39) 049-9699911,  fax: (+39) 049-557880 ,  e-mail: urp@comune.curtarolo.pd.it,
Posta Elettronica Certificata (PEC): curtarolo.pd@cert.ip-veneto.net
C.F. 80009430283 - P.I. 01034840288


Portale internet realizzato da Progetti di Impresa Srl - Copyright © 2010 ::